.Spazi magazine estate 2019

Spazi magazine estate 2019

Spazi magazine estate 2019 esce con il primo numero e affronta l’argomento risorse energetiche ed energie sostenibili.

“È un peccato dover mettere razionale da un lato della barricata per poter lasciare a colpo sicuro l’accademico dall’altra parte. Si dice anche funzionale. Per me, il termine architettura ha qualche cosa di più magico che non il razionale o il funzionale, qualcosa che domina, che predomina, che impone.

L’architettura è il gioco sapiente, corretto e magnifico dei volumi raggruppati sotto la luce. I nostri occhi sono fatti per vedere le forme nella luce: l’ombra e la luce rivelano queste forme; i cubi, i coni, le sfere, i cilindri e le piramidi sono le grandi forme primarie… La loro immagine ci appare netta… E senza ambiguità”.  |  Le Corbusier

“Il grattacielo, all’ora del crepuscolo, è una scintillante verticalità, un velo sottilissimo, un sipario luminoso teso contro il cielo oscuro per abbagliare, svagare e stupire. Gli interni illuminati emanano un senso di vita e di prosperità. Di notte, la città non solo appare viva; vive realmente. Ma la sua vita ha la consistenza dell’illusione. Visto di notte, vuoto di reale significato, il mostruoso agglomerato presenta infine casuali bellezze di contorni, e torrenti di luce riflessa e rifratta. Le strade divengono prospettive ritmiche di linee punteggiate di luci”.  |  Frank Lloyd Wright

“Solo i grattacieli in costruzione mostrano ardite idee costruttive, e l’effetto di questi scheletri d’acciaio che si stagliano contro il cielo è sconvolgente. Con il rivestimento delle facciate tale effetto scompare completamente, l’idea costruttiva che sta alla base della creazione artistica è annientata e soffocata per lo più da un caos di forme prive di senso e banali. Nel migliore dei casi, oggi, risultano esclusivamente le dimensioni grandiose, eppure queste costruzioni avrebbero potuto essere qualcosa di più di una semplice manifestazione delle nostre possibilità tecniche”.  |  Ludwig Mies van der Rohe

Il secolo scorso ci ha lanciati in un’epoca meravigliosa, dove l’architettura si amplifica in altre materie ricche di nuovi orizzonti.

Le innovazioni tecnologiche si integrano tra bio-materiali e domotica, tra nuove energie e nuovi spazi. E si avvicendano nanotecnologie, materiali ecosostenibili ed energie rinnovabili, in nuove visioni di integrazione e rispetto del pianeta.

Il fine è quello di dare ai progettisti le informazioni per creare gli spazi abitativi per il vivere di oggi; il mezzo è SPAZI magazine.

Simone Pavan  |  Direttore Editoriale